Zona Antifascista


Proiezione del film re:legalized @CSOA TDN

Venerdì 6 Aprile al TDN ci sarà la proiezione del film “re:legalized, offre Coque Huawei un viaggio nella cannabis rilegalizzata”. Lo scopo è quello di coinvolgere più consumatori possibili nell’attività di contrasto al narcotraffico e alla repressione statale verso chi autoproduce o consuma Cannabis, pianta dai mille benefici. L’attività di contrasto presegue tramite diffusione di consapevolezza e tramite percorsi pratici, offre coque huawei di attivismo e condivisione, coque huawei Livraison rapide di pratiche che allontanino i consumatori come ragazzini o pazienti dal mercato delle mafie, coque iphone for sale dimostrando che non c’è miglior sensibilizzazione in ambito della Cannabis di quella che permetta ai consumatori di potersi coltivare le proprie piante.

Festa della Semina 2018 // Collettivo Infojoint Zena in Terra di Nessuno

Di anno in anno, e di semina in semina, al Terra di Nessuno ci si prepara ad un raccolto; non un raccolto qualsiasi, assoggettato alla legge economica oppure al profitto, ma in prospettiva di un cambiamento. Un cambiamento che significa anche libertà di scelta nonché d’utilizzo di ciò che la natura ha da offrirci. E’ nel rispetto che nutriamo proprio nei confronti della natura oggigiorno sfruttata che ci imponiamo nettamente alle restrizioni messe in atto dalla cecità dei governi a cui importa far cassa piuttosto che agevolare le vite di noi tutt*. Un mutamento ideale è certamente la totale liberalizzazione della marijuana, dei suoi derivati, e anche di tutte le altre sostanze definite illegali perché immerse nella disinformazione e ancor prima nell’oscurantismo. I discorsi morali adoperati ad hoc dai media per decenni circa queste problematiche si stanno ridimensionando in un’ottica più reale consentendo il superamento dei cosiddetti tabù. Agendo su questa “buena onda” con consapevolezza, costanza ed equilibrio si può giungere al cambio di paradigma necessario per la riuscita di un rapporto armonioso con l’ecosistema, non più sottomesso all’industria.
Da tempo nella cerchia antipro non poche realtà, anche istituzionalizzate (programmi di riduzione del danno ASL per esempio), cercano di far breccia: portando luce e verità nelle idee e nelle decisioni di chi ancora rimane nel limbo del giusto e dello sbagliato, del legale e dell’illegale. Un lavoro, un’opera, che spetterebbe a tutti i consumatori, abituali e non, per contagiare tutto un sistema che prospera sulle restrizioni, che affolla le carceri e che crea dispostivi di controllo coercitivi.
L’isterìa di massa generatasi in questo secolo ha come risultati  presenti bulimie, anoressie, abuso, esclusione sociale  e un climax di precarietà e conflitto, con idoli operanti alla cima di questa “matassa” come: il denaro, il successo, la perfezione, il potere, il decoro, la sicurezza (di chi?), che non sono altro che la materializzazione dei veleni tossici per l’anima. La nostra risposta di coltivare liberamente e senza remore è anche  in risposta a queste dinamiche, la nostra lotta al proibizionismo è parte di un tessuto di lotte più ampio e generalizzato che attraversa tutte le sfere dell’abitare e che non si ferma al solo interesse per l’uso, che dev’essere consapevole per essere costruttivo.

 

 

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/infojointzena/

Solidarietà al CSOA Gabrio! Le idee non si sequestrano!

AUTOPRODUCIAMO E LOTTIAMO CONTRO PROIBIZIONISMO E REPRESSIONE! Mentre nelle aule del parlamento e nel dibattito pubblico la questione della legalizzazione della cannabis si fa lentamente strada, riceviamo la notizia di un irruzione da parte della DIGOS nei locali del Csoa Gabrio di Torino, con lo scopo di sequestrare le piante di cannabis che il Centro Sociale autoproduceva. Un intero quartiere militarizzato, muri sfondati, finestre rotte e intimidazioni poliziesche. Questa vile aggressione ai danni di una realtà autogestita presente sul territorio e attiva nella lotta antiproibizionista, pone in luce quanto l’apparato repressivo dello Stato continui a non voler fare i conti con il fallimento del proibizionismo e delle sue pratiche di criminalizzazione.

La volontà di attaccare un percorso politico che fa della rivendicazione dell’autoproduzione un punto fondamentale della propria lotta, denota quanto questa aggressione abbia un carattere politico, al quale tutte le realtà antiproibizioniste hanno il dovere di rispondere. Il CSOA Gabrio ha da sempre rivendicato il suo percorso di autoproduzione al fine di scardinare la logica proibizionista che impone di alimentare il narcotraffico e criminalizzare gli utilizzatori di sostanze. Da decenni porta avanti la lotta antiproibizionista in tutte le sue forme: dall’autoproduzione alle pratiche di riduzione del danno, dal supporto ai pazienti che si curano con la cannabis ai momenti di socialità e condivisione della Festa del Raccolto. Il percorso che il CSOA Terra di Nessuno porta avanti condivide con il CSOA Gabrio queste pratiche e rivendica l’autoproduzione di cannabis come strumento di lotta al proibizionismo. Anche il Terra di Nessuno nel 2013 ha subito un aggressione poliziesca dalle simili modalità, e forte della solidarietà dalle realtà autogestite che condividono la lotta antiproibizionista, ha continuato a portare avanti la propria lotta in tutte le sue pratiche. Allo stesso modo siamo consapevoli che il CSOA Gabrio non si farà intimidire da questo vile atto e continuerà la lotta che da vent’anni anni lo rende un punto di riferimento nel movimento antiproibizionista. Ai compagn* del Gabrio va tutta la nostra solidarietà e complicità.

19 anni di CSOA Terra di Nessuno!

Ci sono luoghi la cui estetica, forma e utilizzo sono predeterminati e sempre maniacalmente conservati, senza prospettive di sviluppo e cambiamento, strumenti di scopi ben precisi e sempre uguali a se stessi.

Luoghi creati allo scopo di controllare, indottrinare, illudere e sfruttare gli esseri umani. Progettati per infondere paure, invidie, solitudine, individualismo, divisioni, intolleranza e ignoranza.
Luoghi fisici e astratti, digitali e mentali dove i sensi sono irretiti e falsati, la realtà alterata allo scopo di favorire sempre il proprietario o “creatore” del luogo assoggettando chi li frequenta al suo volere.

Ma non crediamo sia giusto che un luogo determini le azioni, i pensieri e le aspettative delle persone. Crediamo siano gli esseri umani e viventi a dar senso e vita ai luoghi secondo le proprie necessità.

Il CSOA Terra di Nessuno era un rudere divenuto discarica.

Negli anni, grazie alla vita che lo ha animato, DSC_0765 - Copiaè diventato mille luoghi e nessuno in particolare.
È stato orto palestra cucina teatro centro di primo soccorso scuola dormitorio officina laboratorio rifugio sala prove piazza e molto altro.

È stato in prima linea contro sfruttamento e repressione, al fianco di chi lotta contro la devastazione dei territori, contro chi erige confini e barriere per impedire che le strade siano terreno di solidarietà e condivisione. Un luogo per dare spazio a cultura indipendente e socialità resistendo alle logiche di consumo.

Grazie alle persone che lo attraversano ha cantato, respirato e lottato, amato e sofferto: ha vissuto.

Ora questo percorso compie 19 anni ed è giovane come il primo giorno, saggio come sarà l’ultimo. Non è più solo un luogo, uno strumento ma vita, forza, capacità, fantasia e verità.

Grazie a tutti quelli che sono e saranno la Terra di Nessuno, grazie a tutti quelli che si prendono gli spazi di cui hanno bisogno, grazie a tutti quelli che continuano a essere lotta e vita, che continuano a costruire ponti, piuttosto che erigere muri, per rialzare la testa e creare comunità, promuovendo orizzontalità e autogestione.

CSOA Terra di Nessuno

Assemblea ogni martedì ore 20

IMG_4869960979_10201189473191648_246649376_n

SABATO 19 DICEMBRE, dalle 22 il C.S.O.A. Terra di Nessuno è orgoglioso di festeggiare 19 anni di occupazione con voi.

A scaldare la serata ci saranno:Flyer finale 44x59

MATRIOSKA – Leggende dello ska punk italiano

Afterglow – Liquid rock

Tramontana – funky

A seguire Dj set by Cuffa Sound & TdN Crew

– entrata 5 euro – from 21 to 05 –

Leghisti, gli stranieri siete voi!

Renzi e Salvini, Paita e Rixi sono facce della stessa medaglia, piazzisti di promesse e illusioni che intasano il sistema all’unico scopo di arricchirsi e appagare i propri vizi senza preoccuparsi di lasciare morte e disperazione dietro di loro.

Come contro le scelte scellerate del PD, manifestiamo oggi contro propaganda e mentalità leghista, fatte di menzogne, odio e discriminazione.

Da ormai troppo tempo la politica italiana si riduce a battibecchi tra criminali di vario tipo, uomo impedendo di fatto al paese di affrontare con serietà gli enormi problemi che ha di fronte.

Come il partito democratico vuole venderci affari mafiosi e distruzione ambientale come progresso, o lo sdoganamento della schiavitù come miglioramento del mercato del lavoro, così i leghisti, che dal primo giorno rubano e si intascano soldi pubblici, vogliono farci credere che l’instabilità economica e il degrado che ci circondano siano colpa di qualche migliaio di stranieri disperati, e che la soluzione all’avanzante violenza e insicurezza siano da cercare nelle armerie e non nelle politiche di prevenzione e sviluppo sociale.

Troppo ignoranti per capire le conseguenze spargono odio ogni giorno, stimolando gli istinti umani più bassi e violenti solo per ottenere facili consensi, non affrontando i problemi, ma indicando facili capri espiatori.

Già abbiamo visto le conseguenze di questo: quando per ottenere il potere si scelgono paure e egoismi si svegliano demoni capaci di trascinarci in abissi di disperazione e miseria dove i fratelli si massacrano tra loro invece che costruire insieme il proprio futuro.

Non accettiamo tutto questo, crediamo nel valore della diversità, nella multiculturalità e nella solidarietà reale, e non buonista o assistenzialista.

Crediamo che ogni persona onesta, di qualunque provenienza e cultura, abbia il diritto di esprimersi ed essere libero e il dovere di collaborare per lo sviluppo di tutti.

Crediamo nella lotta ai ladri e agli sfruttatori dei beni comuni, abbiano essi un fucile, una cravatta verde o la forza di centinaia di manganelli.

Crediamo che l’alternativa siano persone preparate e attive, pronte a lavorare e mettersi in gioco per il bene della comunità e non per appagare la propria avidità.

La storia ci insegna che non serve scegliere chi mettere nel palazzo a gridare follie, ci insegna che le soluzioni sono fuori del palazzo, per le strade dove si formano le relazioni e si costruiscono cultura e progetti di vita.

Ci insegna che alcuni devono rinunciare a qualcosa, perché tanti non debbano dare tutto.

Ci insegna che anche l’albero più forte e maestoso non spunta in una notte, ma cresce con impegno, tempo e passione, dal basso.

Il resto sono tweet e populismo, sta a noi decidere in cosa credere e lavorare per ottenerlo.

Fuori fascisti e leghisti dalla nostra città!

Genova non vi vuole!

Sabato 7 Marzo ore 10 presidio antirazzista e antifascista davanti al teatro della gioventù

Salvini,

Sgomberato il LSOA Buridda: non un passo indietro, ci riprendiamo ciò che ci spetta!

Oggi, alle prime luci del giorno, con un’imponente operazione di polizia, è stato sgomberato il Laboratorio Sociale Occupato Autogestito Buridda.

Anni di trattative tra spazi sociali e comune vanificate dall’inettitudine e dal complice silenzio dell’amministrazione Doria che, come nel caso della Casa Occupata di Via dei Giustiniani, afferma di non essere stata informata dello sgombero.

Abbiamo sempre detto e sempre ripeteremo, che un’amministrazione che chiude gli occhi di fronte allo sgombero di una realtà attiva e partecipata da ormai undici anni, è COMPLICE delle bestie in divisa che quest’oggi, trattenendo un compagno per tutta la mattinata, hanno riso in faccia ai compagni e alle compagne accorsi per portare la loro solidarietà. È COMPLICE di quei magistrati che da anni sommergono di denuncia e sgomberi i moventi antagonisti e gli spazi autogestiti, quali il procuratore Scolastico, che negli ultimi giorni si è rivelato essere una delle talpe coinvolte nella truffa alla banca Carige, buon sangue non mente.

(Poco) Caro Sindaco, se prima non credevamo alle tue belle parole ora siamo ancora più coscienti di quanto la tua giunta sia COLPEVOLE dello sgombero del LSOA Buridda, COLPEVOLE dell’emergenza abitativa che ogni anno regala milioni agli speculatori e lascia migliaia di famiglie per strada, COLPEVOLE di non essere in grado di gestire le problematiche sociali se non soltanto con il sordo silenzio che sovrasta le vostre menzogne e con gli scudi e i manganelli dei vostro servi in divisa.

Siamo coscienti che quanto è successo oggi rappresenti un’aggressione di enorme portata alle realtà occupate e autogestite di questa città, e come tale ci adopereremo affinché questo abuso non rimanga impunito: come abbiamo sempre fatto in questo casi, ci riprenderemo le strade, assediando i vostri palazzi e urlando la nostra rabbia e la nostra determinazione.

Siamo la Città di Sotto, la città degli sfruttati, dei profughi e degli sfrattati, degli invisibili, dei precari e disoccupati, di chi rifiuta il controllo e pratica l’autogestione: presto ci vedrete uscire dalle ombre in cui ci avete relegato, presto ci riprenderemo ciò che ci spetta.

 

CSOA Terra di Nessuno

fotoc-U210220989914EPF--587x419@IlSecoloXIXWEB

16 Marzo – Dax vive nelle lotte

dax_corteo_16_marzo_milano

Il 16 marzo 2013, insieme a numerosi compagni di Genova, abbiamo partecipato al corteo in memoria di Dax, militante antifascista ucciso a coltellate da 3 fascisti nella notte del 16 marzo 2003.

La cronaca dell’aggressione a Dax e dei fatti avvenuti all’ospedale San Paolo sono raccolti in QUESTO video.

Il corteo ha visto la partecipazione di oltre 10mila persone che, nel ricordo di Dax, ribadiscono il valore di Antifascismo e Anticapitalismo; in una città che resiste, con i suoi numerosi spazi occupati, alla sistematica repressione di ogni dissenso, al tentativo di insabbiare nel silenzio della quotidianità il ricordo di coloro che si opponevano a ogni oppressione autoritaria, a ogni tentativo di rendere le città dei formicai privi di ogni spazio di aggregazione e condivisione dei saperi. A ribadire che SENZA MEMORIA, NON C’E’ FUTURO.

Oggi, come 10 anni fa, ci troverete nelle strade, pronti a combattere ogni rigurgito di fascismo e ingiustizia sociale.

1 Maggio con i migranti

Il 1 Maggio abbiamo deciso di passarlo con la realtà che in un momento di crisi vede i suoi diritti essere trascurati da istituzioni e sindacati, new balance 501 chaussures running nike quella dei migranti. ugg mini bailey button ugg australia In questo giorno, uggs buy uk basket adidas insieme a numerose realtà locali che si occupano di solidarietà e integrazione, new balance 576 nike air max pas cher abbiamo ribadito il valore di tali pratiche con uno spettacolo in piazza San Lorenzo. cheap uggs for adults IMG_3044 IMG_3046 IMG_3054 Il pomeriggio è stato animato da numerose attività culturali e d’informazione, oakley flak jacket Nike Air Max 1 Femme tra cui spettacoli di danze tradizionali ecuadoriane e il discorso dell’Imam della moschea di Via Prè. ray ban collection 2013 homme Air Jordan XX9 Ringraziamo tutte le realtà che hanno partecipato a questo evento che rappresenta un importante faro in una città dove l’integrazione è oscurata dal pesante peso della crisi economica e in un paese dove l’intolleranza è propagata in diretta TV. Cheap UGG Roxy Tall UK Questa giornata dimostra che, air jordan 31 new balance blanc come sempre, adidas yeezy asics pas cher ci sarà qualcuno per le strade a dimostrare il valore dell’uguaglianza in risposta alla discriminazione di chi non sa e non vuole sapere.

Storie di ordinaria repressione – Sciopero generale della logistica

cariche-anzola-facchini Il 22 marzo ha avuto luogo lo scopero generale della logistica, New Balance 574 homme Nike Air Max 95 Femme asics gel quantum 360 donna New Balance 999 femme New Balance 574 homme Nike Free Rn Flyknit Homme allo scopo di denunciare condizioni di lavoro dei facchini, Adidas NMD Femme asics gel noosa uomo nike free 4.0 flyknit uomo nike internationalist homme New Balance 577 homme sottoposti a un sistematico sfruttamento dove ogni obiezione viene messa a tacere con il licenziamento o vere e proprie minaccie. New Balance 1600 homme adidas ultra boost femme nike air jordan 5 uomo Nike Free Run 3.0 homme Nike Blazer High homme asics gel nimbus 17 homme Adidas Zx 700 Femme Bleu I lavoratori aderenti al sindacato Si-Cobas di Bologna, buy final fantasy gil Asics Gel Lyte 3 Femme Grise nike air jordan 1 uomo Parajumpers Homme Windbreaker IKE Asics Homme New Balance 998 femme New Balance 996 homme Asics Gel Lyte 3 Femme Bleu insieme a collettivi autonomi, Adidas Zx Flux Femme Rose Nike Air Max 97 Homme Jordan 2017 Femme Nike Dunk High femme Nike Air Max 2016 Femme Adidas Zx 750 Femme hanno rotto il silenzio imposto con la complicità dei maggiori sindacati, Nike Air Zoom Pegasus 31 femme adidas zx 10000 homme nike blazer mid uomo New Balance 1500 homme Nike Air Max 2016 enfants Asics Gel Kinsei 6 Femme adidas y3 femme Aidas Femme occupando gli ingressi dell’interporto, Adidas Zx Flux Femme Leopard New Balance 1400 homme New Balance 998 homme Adidas NMD Femme nike air max 1 ultra moire homme di Sda e Coop. nike free 4.0 flyknit uomo Nike Air Huarache Femme nike air max 1 og femme Nike Flyknit Lunar 4 femme Adidas Yeezy 750 Homme asics gel noosa tri 9 femme buying ffxiv gil Inevitabile, nike internationalist femme Nike Air Max 90 Femme Léopard Asics Gel Lyte 3 Femme Grise bns gold Air Jordan 12 bambini Adidas Zx Flux Femme Leopard adidas hamburg homme adidas neo 10k homme New Balance 247 homme sarà che siamo abituati male, Adidas Yeezy 350 Femme nike internationalist homme nike air jordan 8 homme nike pas cher adidas y3 femme Nike Air Max 2016 homme Nike Air Max Thea Femme Bleu Asics Gel Lyte 3 Femme Rose un’azione repressiva da parte delle forze dell’ordine che, nike dynamo free td Adidas Zx 700 Femme Noir New Balance 1300 homme con un modus operandi che ricorda la freddezza e la brutalità del poliziotto che durante l’occupazione dell’università americana UC Davis ricopre le facce di inermi studenti di spray urticante, adidas tubular femme adidas gazelle homme blanche asics tiger donna Nike Air Max Thea Femme Bleu Nike Air Max 90 Femme Blanche Nike Air Presto Homme Adidas Ultra Boost Femme caricano il picchetto e inseguono i manifesanti lungo la via emilia per parecchie centinaia di metri. Nike Air Max Thea Femme Noir Adidas Yeezy 750 Boost Adidas Superstar Femme Blanche nike air jordan 6 uomo Adidas Superstar Femme Rose Adidas Zx 500 Femme Rose soldes nike Il paragone sorge spontaneo, New Balance 997 femme nike internationalist homme Nike Free Run femme è evidente come il danno economico dovuto a un ritardo di poche ore sulla consegna delle merci ai magazzini sia stato ritenuto più importante della vita delle persone che negli stessi magazzini soffrono un oppressione disumana da parte di padroni chiusi a ogni confronto e trattativa. Parajumpers Windbreaker Truman ff14 buying gil Nike Air Max 90 Femme 2015 Adidas Zx Flux Homme Noir La stessa disumanità con cui è stato represso il dissenso dei lavoratori Ikea di Piacenza durante la mobilitazione a seguito dell’annuncio di nuovi licenziamenti, Nike Air Presto homme Chaussures nike nike dynamo free ps Nike Air Max 2017 Femme che ha portato al rilascio da parte della questura di Piacenza di un foglio di via della durata di 3 anni nei confronti di un sindacalista. Nike Air Max 90 Femme Noir Asics Gel Lyte 3 Homme Nike Flyknit Lunar 1 homme nike air jordan 11 femme New Balance 1300 femme Nike Air Max 1 Homme Nike Air Max Thea Femme Bleu Adidas Zx Flux Homme Grise adidas zx flux homme Personalmente ritengo che fare ulteriore cronaca su quello che successo non sia necessario, Nike Air Max 2014 Femme Nike Flyknit Lunar 4 femme Asics Gel Lyte 3 Femme Bleu nike air zoom pegasus 34 homme Adidas Zx 500 Femme Rose a me è bastato guardare QUESTO VIDEO per farmi un idea di quello che sta accadendo. Nike Air Max 98 Femme Nike Free Run femme Nike Air Max BW Femme Adidas Ultra Boost Homme nike air zoom pegasus 33 homme Il 6 Aprile, New Balance 577 femme Adidas Zx 700 Femme Bleu New Balance 997 femme Air Jordan 13 Homme nike internationalist homme New Balance 993 homme nike air jordan 13 femme Nike Air Max 2018 Homme opteamiz.fr è stata indetta una manifestazione perchè questa storia di ordinaria repressione non finisca nel tipico dimenticatoio italiano, Nike Air Max 1 Femme Chaussures asics Adidas Zx Flux Homme Noir nike free bambini nike internationalist Enfants nike france Nike Air Max Command Femme che è ormai fin troppo pieno.

Assassinio di stato!

Aldrovandi   “Arresto cardio-respiratorio e trauma cranico-facciale” è la frase che si legge sulla constatazione della morte di Federico Aldrovandi. ugg classic mini cheap new balance black nike air max 2016 femme New Balance 997 homme Nike Air Presto Femme Canada Goose Constable Parka nike blazer mid donna nike italia Nike Blazer High femme nike air max 90 donna New Balance 990 femme Nike Air Max 2018 Femme Una frase che nessuno vorrebbe vedere associata al suo nome, adidas gazelle Air Jordan 3 nike dynamo Adidas Yeezy 550 Homme nike sb bambini Nike Free Run 3.0 homme nike air force 1 mid homme Adidas Zx 850 Homme adidas gazelle homme blanche Nike Blazer femme Nike Air Zoom Pegasus New Balance 577 homme una frase che nella sua freddezza scientifica amplifica l’orrore che si prova pensando alla morte di un giovane che torna a casa. nike air max classic bw womens air jordan Nike Air Max 2015 Asics Gel Quantum 360 Homme Nike Air Max Thea Homme Rouge New Balance 1400 homme nike air jordan 13 donna adidas zx flux homme adidas zx 10000 femme buy ffxiv gil cheap New Balance 996 femme Adidas Zx Flux Homme Qualunque genitore debba pronunciarla su suo figlio non sarà mai piu’ lo stesso, ugg bailey bling uk adidas pure boost adidas sale nike cortez donna Air Jordan 30 Homme nike free 5.0 uomo grigio buy ffxiv gil cheap Nike Air Max Command Homme Nike Air Max 2017 Homme Asics Gel Kinsei 6 Femme Nike Air Max Tavas homme Adidas Zx 700 Homme non dopo aver visto quella foto che si spiega da sola, asics femme asics france UGG Kids Outlet Asics Gel Kinsei 6 Homme New Balance 577 homme Nike Air Max Command Homme adidas neo 10k femme Nike Pas Cher Nike Dunk Mid femme asics tiger uomo Adidas Ultra Boost Femme New Balance 009 homme come ha detto sua madre. asics gel lyte asics gel lyte 3 soldes nike air force 1 ac femme Nike Flyknit Lunar 1 femme Nike Air Max Terra Ninety Homme Canada Goose Chilliwack Bomber Adidas Zx 750 Homme Asics Gel Lyte 5 Femme nike air max 2015 uomo nike internationalist homme Canada Goose Chateau Parka Adidas Zx 700 Femme Leopard La dichiarazione dei poliziotti di aver ucciso un invasato violento lascia intendere quanto loro si sentano distanti da quella def inizione benchè sia il suo stesso sangue che ha bagnato le loro mani. cheap uggs for sale nike zoom basket adidas Nike Air Max 90 Femme Noir Et Blanc Nike Air Max 90 Femme Noir Et Blanc Adidas Powerlift 3 Homme Nike Air Zoom Pegasus 32 femme Adidas Yeezy 750 Boost Nike Air Max 90 Femme Léopard Nike Air Max 95 Homme New Balance 530 femme Parajumpers France Queste azioni rivelano l’ipocrisia delle forze dell’ordine serve del potere e schiave della violenza.